Orchidea

Un fiore dice più di mille parole, immagina quanto comunica un’orchidea fiorita!

Orchidea
Da studente ho fatto un giro del mondo di 5 anni per studiare tutto quello che c’era da imparare sulla famiglia botanica più sviluppata. Dovevo auto sostenermi, la comunicazione era l’unico mezzo per raggiungere tale scopo, e le orchidee mi hanno permesso di fare questo, mi hanno aperto tante porte.
Grazie alla spesa di mia moglie Trudie presso l’Esselunga, nell’ottobre 2005 venni a conoscenza della campagna “Osteoporosi, rompere il silenzio” della Prof.ssa Maria Luisa Brandi, e capii che le orchidee avevano le potenzialità per rompere questo silenzio. L’osteoporosi è legata all'insufficiente metabolismo del calcio. La mancanza di questo elemento è la causa del 60% delle malattie nell’agricoltura.
Dalle ricerche nella nostra azienda e nel nostro laboratorio di orchidee in Australia, imparammo l’importanza dell’acido di silicio. Capimmo, dopo vari studi, che quello che osservavamo nelle piante, doveva accadere probabilmente anche negli uomini e animali.

Applicando l’acido di silicio alle piante, abbiamo aumentato la resistenza naturale di esse, con una notevole riduzione dell’uso di pesticidi, in modo da produrre più fiori, frutti e alimenti di migliore qualità.
I metodi moderni dell’agricoltura e la produzione industriale degli alimenti, ha minimizzato la presenza dell’acido di silicio nei nostri cibi.
Per ridurre l’insufficienza d’alcuni valori nutritivi si può ricorrere a nutrienti supplementari, ma la soluzione migliore sarebbe fare un passo indietro nei nostri modi di coltivazione e renderla più ecologica. Avendo la capacità comunicativa dell’orchidea, ho deciso di dedicarne una per trasmettere l’importante messaggio della Prof.ssa Brandi.
Durante l’Euroflora del 2006 a Genova, abbiamo introdotto la BeauSil Orchid Family, BeauSil significa “Beautiful Silicium”.
Tutte le varietà di questa famiglia portano un messaggio riguardante la salute delle ossa, come, ad esempio, “Bone Calcio”, che comunica l’importanza dell’elemento calcio e del movimento fisico.
Nel nostro programma d’ibridazione, stiamo cercando di ottenere una varietà bianca pura; siamo intenzionati a battezzarla in memoria di Raffaella, anche se il processo è delicato e difficile.
Durante la cena inaugurale della Fondazione al Palazzo Vecchio, mi hanno riferito che il colore preferito di Raffaella cambiava di anno in anno; il bianco, quindi sarebbe il colore perfetto, dal momento che comprende tutti colori.
Inoltre, il bianco, è anche il colore del marmo usato da Michelangelo e altri scultori per la realizzazione delle opere che hanno fatto la storia di Firenze.
Commercializzeremo queste orchidee in modo da donarne parte dei proventi alla Fondazione Raffaella Becagli. La campagna “BeauSil Orchid Family” comunicherà il messaggio preventivo e sosterrà l’iniziativa della Prof.ssa Brandi.
Su questo sito Lei può trovare il depliant e il poster distribuito durante l’Euroflora 2006.


Articolo tratto dal De Orthomoleculaire Koerier scritto dal Dr.Henk-Maarten Laane.

Articolo Giugno 2006

Articolo Agosto 2006